Recupero, trattamento e condizionamento dei residui Magnox

Stato: programmato
Durata: 2021-2025

Il progetto prevede la realizzazione dell’Impianto MAGNOX, finalizzato al recupero, alla caratterizzazione radiologica e al trattamento e condizionamento per cementazione (grouting) dei residui in lega magnox radioattivi attualmente stoccati all’interno delle cosiddette “Fosse Splitters”. 

L’impianto sarà composto da due edifici distinti: l’edificio di estrazione, cernita e caratterizzazione radiologica dei rifiuti e l’edificio di trattamento e condizionamento. 

Tali rifiuti radioattivi a bassa attività derivano dalla rimozione delle “alette” degli elementi di combustibile, effettuata prima dell’invio all’estero del combustibile per il suo riprocessamento. 

Il progetto prevede la loro estrazione dalle 6 fosse interrate che li contengono, situate in prossimità della piscina del combustibile irraggiato, per essere stoccati in fusti da 220 litri che a loro volta saranno supercompattati ed inglobati in malta cementizia all’interno di contenitori “overpack” da 440 litri per essere stoccati nel deposito temporaneo in attesa del loro conferimento al Deposito Nazionale. 

Una volta estratti tutti i rifiuti le sei fosse saranno caratterizzate e bonificate.