Numero dipendenti (2018)

Quantità di rifiuti radioattivi presenti (2018)

Inizio decommissioning

Anno raggiungimento brown field

Valore raggiungimento brown field

I PROGETTI DI DECOMMISSIONING

/images/nuovo-parco-serbatoi_slider.jpg
realizzati

Costruzione Nuovo Parco Serbatoi

Nell’impianto Eurex di Saluggia sono presenti complessivamente circa 270 metri cubi di rifiuti liquidi radioattivi, di cui 125 a più alta attività. Questi ultimi tra il 2008 e il 2009 sono stati trasferiti nel Nuovo Parco Serbatoi (NPS), una struttura...

Scopri di più

1/10
Svuotamento e bonifica della piscina
realizzati

Svuotamento e bonifica della piscina

La piscina dell’impianto Eurex di Saluggia ospitava durante l’esercizio gli elementi di combustibile che erano oggetto delle campagne di riprocessamento. Nel 2004, in seguito alla scoperta della parziale perdita di contenimento della piscina, Sogin ha...

Scopri di più

2/10
Nuovo Sistema di Approvvigionamento Idrico
realizzati

Nuovo Sistema di Approvvigionamento Idrico

Nel triennio 2008-2010, all’interno del sito di Saluggia, è stato realizzato il Nuovo Sistema di Approvvigionamento Idrico (NSAI). Rispetto al precedente, il Nuovo Sistema di Approvvigionamento pesca nella falda superficiale, risponde ai più...

Scopri di più

3/10
Deposito temporaneo D2
realizzati

Costruzione del deposito temporaneo D2

Nel 2011 sono iniziati i lavori per la costruzione del deposito temporaneo D2, necessario per ospitare i rifiuti radioattivi, a bassa e media attività, oggi stoccati nell’edificio 2300 e in altre aree buffer del sito. Il deposito temporaneo, progettato...

Scopri di più

4/10
Nuova Cabina Elettrica
realizzati

Nuova Cabina Elettrica

La nuova cabina di trasformazione e distribuzione elettrica del sito di Saluggia è stata realizzata tra il 2012 e il 2015 per alimentare gli impianti e i depositi relativi al programma di decommissioning e affiancare progressivamente quella costruita e...

Scopri di più

5/10
/images/waste-pond_slider.jpg
IN CORSO

Waste Pond 718 e 719

Nel sito sono in esercizio dal 1970 due vasche gemelle da 1000 metri cubi ciascuna, denominate Waste Pond 718 e 719, che erano destinate ad accogliere gli effluenti rilasciabili provenienti dalle attività di impianto, per il loro controllo prima del...

Scopri di più

6/10
/images/cemex_slider.jpg
IN CORSO

Realizzazione complesso CEMEX

Nel sito di Saluggia sono presenti complessivamente circa 270 metri cubi di rifiuti liquidi radioattivi che provengono principalmente dalle campagne di riprocessamento degli elementi di combustibile irraggiati condotte negli anni 70 e 80.

Scopri di più

7/10
Trattamento e condizionamento rifiuti solidi pregressi (IFEC)
IN CORSO

Trattamento e condizionamento rifiuti solidi pregressi (IFEC)

Nell’impianto Eurex di Saluggia sono stoccate 105 tonnellate di rifiuti radioattivi solidi provenienti dalle attività di smantellamento dell’Impianto Fabbricazione Elementi di Combustibile (IFEC). Nel 2012 Sogin ha avviato le operazioni di trattamento...

Scopri di più

8/10
Trattamento liquidi organici radioattivi
IN CORSO

Trattamento liquidi organici radioattivi

Nell’impianto Eurex di Saluggia sono stoccati all’interno di un serbatoio interrato circa 15 metri cubi di rifiuti radioattivi liquidi organici a bassa radioattività provenienti dalle pregresse attività del sito.

Scopri di più

9/10
Realizzazione Waste Management Facility
IN CORSO

Realizzazione Waste Management Facility

La Waste Management Facility (WMF) è l’impianto per il trattamento e il condizionamento dei rifiuti radioattivi prodotti dalle pregresse attività e dall’intero programma di smantellamento.

Scopri di più

10/10

GESTIONE DEL COMBUSTIBILE E DEI RIFIUTI

L’allontanamento dei materiali nucleari e del combustibile irraggiato è essenziale per poter giungere al rilascio dei siti. Con il programma GTRI (Global Threat Reduction Initiative) sono state trasferiti i materiali nucleari di origine non italiana. I rifiuti radioattivi sono gestiti in sicurezza e stoccati nei depositi temporanei presenti nel sito.

AMBIENTE

A garanzia della sostenibilità ambientale, tutti gli interventi sono progettati, realizzati e monitorati in modo da non produrre alcun impatto, sia radiologico sia convenzionale, sull’ambiente.
L’impianto ha, inoltre, la registrazione EMAS (Eco-Management and Audit Scheme).

ApprofondisciRE.MO - Rete di Monitoraggio

Gallery

 

La Storia dell'impianto

La costruzione dell’impianto EUREX (Enriched URanium EXtraction) è iniziata nel 1965. L’impianto è entrato in funzione nel 1970, svolgendo attività di ricerca sul riprocessamento del combustibile irraggiato. Le attività sono state completate nel 1984. Da allora è stato garantito il mantenimento in sicurezza delle strutture e degli impianti a tutela della popolazione e dell’ambiente. A fine 2014 è stata richiesta l’istanza di disattivazione dell’impianto ai sensi dell’art. 55 del D.lgs. n. 230/95.