Smantellamento impianto produzione combustibile

Stato d’avanzamento: realizzato
Durata: 2009-2018

L’impianto di produzione del combustibile nucleare rappresentava, all’epoca dell’esercizio, il “cuore” dell’impianto di Bosco Marengo. Era, infatti, qui che avvenivano le attività di realizzazione delle pastiglie che compongono gli elementi di combustibile.

Nel 2009, a seguito dell’autorizzazione all’Istanza di Disattivazione (D.M. 27 novembre 2008), Sogin ha avviato le attività di decommissionig dell’impianto. In particolare, le attività di smantellamento dell’impianto di produzione del combustibile si sono concluse nel 2011.

Successivamente, dal 2012 al 2018, sono stati smantellati i servizi ausiliari di questo impianto (sistema di ventilazione, vasca di decontaminazione e sistemi di drenaggio degli effluenti radioattivi liquidi).

Le attività sono state eseguite utilizzando sia tecniche di decontaminazione a umido che a secco (mediante “pallinatura”) dei materiali da trattare e hanno prodotto circa 376 tonnellate di materiale metallico che è stato possibile rilasciare dal sito privo di vincoli di natura radiologica.

Il materiale è stato inviato in fonderia per essere riciclato mediante fusione con materiale metallico di diversa origine per il loro riutilizzo.