Modello di organizzazione, gestione e controllo e codice etico

Sogin è dotata di un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo per prevenire e contrastare la commissione degli illeciti di cui all’ambito oggettivo di applicazione del decreto legislativo n. 24 del 10 marzo 2023, come indicati nei relativi allegati, degli illeciti di cui all’ambito oggettivo di applicazione del decreto legislativo n. 24 del 10 marzo 2023, come indicati nei relativi allegati, dei reati presupposto della responsabilità amministrativa (ex D. lgs. n. 231/2001) e i fenomeni corruttivi e di mala gestio ex legge n. 190/2012. Parte integrante del Modello è il Codice etico.

I due documenti sono atti di indirizzo del Consiglio di Amministrazione. Il compito di vigilare sul funzionamento, sull’efficacia e sull’osservanza del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo (MOGC) di Sogin, nonché di curarne l’aggiornamento, è affidato ad un organismo indipendente e dotato di poteri autonomi di iniziativa e di controllo: l’Organismo di Vigilanza

La Parte Generale del MOGC e il Codice etico stabiliscono i principi e le regole che Sogin individua quale presupposto per sviluppare e mantenere rapporti di natura istituzionale, contrattuale o extracontrattuale con la Società. In particolare, la Parte Generale definisce i princìpi e gli strumenti per l’attuazione del MOGC che la Società adotta per prevenire e contrastare gli illeciti di cui all’ambito oggettivo di applicazione del decreto legislativo n. 24 del 10 marzo 2023, come indicati nei relativi allegati, dei reati presupposto della responsabilità amministrativa (ex D. lgs. n. 231/2001) e i fenomeni corruttivi e di mala gestio ex legge n. 190/2012, nonché per garantire la corretta gestione della Società. Il Codice Etico, invece, è la carta dei principi per orientare e disciplinare i comportamenti organizzativi e individuali ai quali devono attenersi tutti coloro che ne condividono la missione o che hanno un legittimo interesse nel suo perseguimento. 

A partire dal 15 luglio 2023 hanno effetto le nuove disposizioni del decreto legislativo n. 24 del 10 marzo 2023. Pertanto ogni riferimento alla possibilità di inviare segnalazioni interne all’Organismo di Vigilanza, ivi incluso il capitolo 2.4 della Parte Generale del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo è da intendersi superato. Le segnalazioni interne devono essere rivolte esclusivamente al Responsabile per la Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza, anche quando relative alle condotte rilevanti ai fini della responsabilità delle persone giuridiche ex d.lgs.231/01 o le violazioni del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo adottato da Sogin S.p.A.


Contatti

Organismo di Vigilanza di Sogin S.p.A. 
Via Marsala, 51/C 
00185 Roma

Documenti correlati