Controlli puntuali e capillari per garantire la sicurezza della popolazione e la salvaguardia dell'ambiente

 
La Politica per la Qualità, l’Ambiente e la Sicurezza adottata da Sogin rispecchia integralmente la missione della Società che, oltre allo smantellamento degli impianti nucleari e la messa in sicurezza dei rifiuti radioattivi, è chiamata a localizzare, realizzare e gestire il Parco Tecnologico, comprensivo del Deposito Nazionale dei rifiuti radioattivi.
Nello svolgimento delle proprie attività, Sogin applica in modo stringente la normativa di settore nazionale ed internazionale, tenendo conto delle linee guida dell’IAEA, Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica delle Nazioni Unite, per garantire i cittadini, salvaguardare l’ambiente e tutelare le generazioni future.
 
Sogin opera con personale altamente specializzato nelle discipline legate alla compatibilità ambientale, alla geologia applicata e ai servizi tecnici ambientali, nonché alle attività di decommissioning degli impianti nucleari.
 
Il confinamento della radioattività è assicurato da specifiche apparecchiature (schermature, sistemi di contenimento, sistemi di trattamento) la cui efficacia è garantita, oltre che da appositi dispositivi di sicurezza anche dal sistematico monitoraggio e controllo dell’ambiente esterno.
In ogni sito nucleare, Sogin gestisce un’articolata rete di sorveglianza ambientale e monitora, con controlli continui e programmati la qualità dell’ambiente (aria, acqua piovana, acque di falda, terreno) e i principali prodotti agro-alimentari del territorio circostante. Il rispetto stringente delle prescrizioni tecniche previste permette a Sogin di garantire i più elevati standard di salvaguardia dell’ambiente.

Le reti ambientali di Sogin sono state istituite al momento della costruzione degli impianti nucleari. Ogni anno, in tutti i siti, sono effettuate centinaia di misure sulle matrici che compongono le rispettive reti ambientali, in collaborazione con le ARPA regionali (ARPA Basilicata; ARPA Campania; ARPA Emilia–Romagna; ARPA Lazio; ARPA Piemonte). Da sempre, i valori rilevati sono risultati ampiamente al di sotto dei limiti previsti dalla normativa.
 
I risultati del monitoraggio ambientale sono inviati all’Ispra, l’Autorità di sicurezza nazionale sul nucleare, e resi pubblici, anche attraverso il nostro bilancio di sostenibilità.
 

 
ll Sistema di Gestione Ambientale di Sogin è certificato ai sensi della norma ISO 14001. Sogin ha ottenuto il certificato di registrazione EMAS (Eco-Management and Audit Scheme) per le attività nella centrale di Caorso nell'aprile 2015, per la centrale di Trino nell'ottobre 2015 e per l'impianto Eurex di Saluggia nel febbraio 2017. 
 
L’EMAS è uno strumento volontario proposto dalla Comunità Europea con il quale aziende ed enti pubblici possono valutare e migliorare le proprie prestazioni ambientali e fornire al pubblico e a tutti i soggetti interessati le informazioni che riguardano la gestione ambientale.