Nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione di Sogin

​Roma, 20/07/2016 - L’Assemblea dei Soci riunitasi oggi pomeriggio ha provveduto al rinnovo del Consiglio di Amministrazione di Sogin S.p.A. per il triennio 2016-2018, nominando Presidente Marco Enrico Ricotti e designando Amministratore Delegato Luca Desiata.

Il nuovo Consiglio di Amministrazione è completato da Patrizia Feletig, Fabiana Massa e Alessandro Portinaro.

Sogin: approvato il bilancio d'esercizio 2015

Roma, 07/07/2016 - L'Assemblea degli azionisti Sogin ha approvato oggi il bilancio d'esercizio per il 2015, che riporta un utile netto di circa 2,6 milioni di euro.

Per la nomina dei componenti del Consiglio di Amministrazione per gli esercizi del triennio 2016 - 2018 l'Assemblea è stata aggiornata al prossimo 19 luglio.

Prosegue l’attività dello Sportello per l’assistenza alla qualificazione delle imprese

01/07/2016 - Proseguono nel secondo semestre 2016 le attività dello “Sportello per l’assistenza alla qualificazione degli operatori economici locali”, attivo da gennaio di quest'anno presso gli impianti nucleari Sogin in fase di smantellamento.
 
Lo sportello, presente ogni mese negli impianti, riceve le imprese interessate solo su appuntamento. È possibile inviare la richiesta all’indirizzo sportello.qualificazione@sogin.it, completa dei nominativi e documenti di riconoscimento delle persone delegate. A tali richieste Sogin risponderà comunicando data e ora di ricevimento.
 
E' on line nella sezione Fornitori di sogin.it il calendario delle aperture dello Sportello per il secondo semestre 2016.
 

 

Concorso “Officina Futuro”, il 15 giugno la prima seduta pubblica

Il 15 giugno 2016 alle ore 10.30 presso l’Auditorium Via Rieti di Roma (Via Rieti 11) si terrà la prima seduta pubblica per l'apertura delle buste con le proposte ideative per il Concorso “Officina Futuro”. La seduta è aperta esclusivamente a coloro che hanno presentato una proposta al concorso.
 
Per partecipare è necessario registrarsi entro le ore 12.00 del 14 giugno 2016 inviando un’email all’indirizzo officinafuturo@sogin.it con i seguenti dati e documenti: nome; cognome; documento di riconoscimento in corso di validità. Al fine di garantire l’anonimato delle proposte non è consentito inviare ulteriori informazioni, riferimenti o titoli che possano collegare la richiesta di iscrizione a candidature eventualmente presentate.
 
La registrazione può ritenersi confermata solo dopo la ricezione dell’e-mail di accettazione da parte di Sogin che dovrà essere esibita, insieme al documento di riconoscimento, il giorno della seduta.

 

Avviso di seduta pubblica e modalità di registrazione per la partecipazione

Proroga termini di registrazione 

Sogin celebra i 70 anni della Repubblica Italiana - Il Tricolore illumina la centrale nucleare del Garigliano

03/06/2016 – In occasione del 70° Anniversario della Fondazione della Repubblica Italiana la centrale del Garigliano è stata illuminata ieri sera con i tre colori della bandiera.

Sogin celebra così la nascita e i valori della Repubblica Italiana. La centrale nucleare illuminata diviene il simbolo dell’impegno quotidiano di tutti i suoi lavoratori per garantire la sicurezza dei cittadini e la salvaguardia dell’ambiente nelle attività di decommissioning.

Sogin procede con la revisione del suo sistema di qualificazione

​Roma, 01/06/2016. Con l’entrata in vigore del Nuovo Codice degli Appalti (D. Lgs n. 50/2016), Sogin ha avviato un processo di revisione del proprio sistema di qualificazione, istituito ai sensi dell’art. 232 del D.Lgs. n. 163/2006.
 
In particolare, dal 20 aprile il sistema di qualificazione è disciplinato dall’articolo 134 e ss. del D.Lgs n. 50/2016.

 
Al riguardo, gli operatori economici che si sono qualificati prima del 20 aprile restano iscritti nel sistema di qualificazione Sogin fino alla naturale scadenza della loro iscrizione.

Maggiori dettagli nella nota allegata.

 

Sogin al Seminario "Recupero degli archivi storici e condivisione di dati territoriali"

31/05/2016 - Si è tenuto questa mattina, presso la sede del Ministero dello Sviluppo Economico, il seminario “Recupero degli archivi storici e condivisione di dati territoriali”. 

L’incontro, organizzato dalla Direzione Generale per la Sicurezza anche ambientale delle attività minerarie ed Energetiche del MiSE, in collaborazione con Sogin e il Centro di Geotecnologia dell’Università degli Studi di Siena, si è configurato come momento di confronto sulla creazione di conoscenza attraverso l’accesso diretto dal web ai dati territoriali, anche provenienti da vecchi archivi cartacei e alla loro integrazione, al fin​e di migliorare il dialogo con il territorio. 

Il seminario ha fatto seguito all’accordo di collaborazione, firmato il 4 maggio scorso dai tre promotori dell’iniziativa, nella gestione condivisa di dati territoriali, anche storici. Tale accordo, di durata triennale, promuove il recupero e la condivisione di grandi archivi di dati territoriali per la loro valorizzazione scientifica e sociale, e accelera il processo di informatizzazione necessario per rendere più accessibili le informazioni e al contempo prevenire il deperimento dei supporti o la perdita degli archivi cartacei.

La collaborazione mira dunque alla creazione e successiva integrazione degli archivi informatici con l’obiettivo di implementare un portale informativo geografico (Web-Gis) con i dati geologici e ambientali. Dal portale, una volta sviluppato, saranno subito fruibili via web: l’inventario delle risorse minerarie nazionali (Progetto RIMIN); i dati già informatizzati dell’archivio di Sogin che contiene migliaia di studi in campo geologico sviluppati nella seconda metà del secolo scorso; il collegamento alle banche dati e archivi cartografici GIS, con contenuti geologici, minerari e geotematici dell'Università degli Studi di Siena. 

IMPIANTO DI BOSCO MARENGO: ESITI DELLA CARATTERIZZAZIONE AMBIENTALE CONVENZIONALE

Roma, 12/05/2016 – Nell’ambito delle attività di smantellamento dell’impianto FN di Bosco Marengo (Alessandria), Sogin ha condotto nell’ultimo periodo, in aggiunta al monitoraggio radiologico, studi di caratterizzazione anche sotto il profilo convenzionale delle matrici atmosfera, suolo-sottosuolo e acque sotterranee.

Giornata Mondiale della Salute e Sicurezza sul Lavoro, la centrale nucleare del Garigliano illuminata di arancione

28/04/2016 – La centrale nucleare del Garigliano (Caserta) si è “colorata” di arancione per sottolineare l’attenzione del Gruppo Sogin alla salute e sicurezza sul lavoro. Così anche quest’anno la Società, che ha il compito di smantellare gli impianti nucleari italiani e localizzare, realizzare e gestire il Deposito Nazionale e Parco Tecnologico, partecipa alla Giornata Mondiale della Salute e Sicurezza sul Lavoro.
 
L’iniziativa è partita ieri sera con il progressivo “tingersi” di arancione della caratteristica “sfera” dell’edificio reattore della centrale nucleare campana, in fase di smantellamento (decommissioning).
 
 

Il Gruppo Sogin alla Conferenza ESRI Italia 2016

Il Gruppo Sogin ha partecipato alla Conferenza ESRI Italia 2016 che si è svolta il 20 e 21 aprile presso l'Ergife Palace Hotel di Roma. L’evento coinvolge ogni anno più di mille persone e rappresenta un’occasione unica d’incontro per quanti si interessano di Sistemi Informativi Geografici, tecnologie geospaziali, geolocalizzazione, Geomatica.
 
Sogin è stata invitata a partecipare alla Conferenza, insieme ad altre società, per testimoniare la propria esperienza e punto di vista sull'uso delle soluzioni di georeferenziazione. In questa occasione ESRI ha assegnato il premio Tecnologie per l’Ambiente 2016 al progetto "RE.MO. - REte di MOnitoraggio”, il portale cartografico di Sogin che raccoglie i dati sul monitoraggio ambientale, convenzionale e radiologico, degli impianti nucleari, nonché informazioni sull’andamento dei lavori di decommissioning.
 
In allegato il programma della Conferenza ESRI Italia 2016.

Tavolo della Trasparenza - Regione Emilia-Romagna

Caorso, 20/04/2016 - Si è svolta oggi la prima riunione del Tavolo della Trasparenza sulle attività di decommissioning della centrale nucleare di Caorso (Piacenza), convocato dall’assessore all’Ambiente della Regione Emilia - Romagna, Paola Gazzolo. Nel corso dell'incontro Sogin ha illustrato le attività di smantellamento e di gestione dei rifiuti radioattivi in corso e future presso l'impianto piacentino.

In allegato la presentazione illustrata di Sogin

Centrale di Caorso, prosegue il decommissioning

Nei giorni scorsi ISPRA ha pubblicato una nota sul proprio sito internet in cui dà notizia dell'approvazione del Progetto Particolareggiato presentato da Sogin per la realizzazione, all'interno dell'edificio turbina della centrale di Caorso (PC), di una stazione per lo stoccaggio provvisorio e il trattamento dei rifiuti radioattivi. 
 
Ecco il link alla notizia su isprambiente.gov.it.

Confermata la registrazione EMAS per la centrale di Caorso

​Nel marzo 2016 è stata confermata la registrazione EMAS della centrale di Caorso, con la Dichiarazione Ambientale aggiornata al 2015.
 
Tale conferma evidenzia l’impegno continuo di tutto il personale della centrale per mantenere elevate prestazioni ambientali nelle attività e applicare azioni mirate per ridurre al minimo gli impatti ambientali.

Centrale del Garigliano, Sogin illumina la sfera “di rosa”

In occasione della festa della donna, la sera dell'8 marzo Sogin ha illuminato "di rosa" la sfera della centrale nucleare del Garigliano (CE), oggi in fase di decommissioning.
 
L’iniziativa è partita alle ore 21.00 con il lento mutamento cromatico della struttura al cui interno è presente il reattore dell'impianto.
 

La centrale campana è stata costruita alla fine degli anni Cinquanta e i primi anni Sessanta su progetto dell’ingegnere Riccardo Morandi. 

Nota stampa in merito all'ordinanza del Comune di Latina

26/02/2016 – In merito all’ordinanza emessa dal Commissario Straordinario del Comune di Latina, Sogin sottolinea che il clorulo di vinile è un analita estraneo al ciclo produttivo della centrale di Latina e che i valori riscontrati oltre la soglia di legge nella falda non sono riferibili agli interventi di decommissioning che sono portati avanti nel rigoroso rispetto della normativa.